Questo sito web utilizza i cookies Utilizziamo i cookies per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Continuando la navigazione sul sito acconsenti ai nostri cookies. Leggi i dettagli.



Millemutui
millemutui liberi di scegliere il meglio
Millemutui
 
Le tipologie dei mutui
I mutui non sono tutti uguali ma si differenziano in base all’utilizzo finale del richiedente.

In questa pagina ti presentiamo tutte le tipologie di mutuo che millemutui, in collaborazione con le banche partner, mette a tua disposizione.

Esplora la pagina di
millemutui, trova la tipologia di mutuo più adatta alle tue esigenze e non esitare a contattare i nostri esperti.

Ti guideranno nella scelta  del mutuo migliore per te.

Mutuo per acquisto casa
Il mutuo per acquisto casa può essere destinato alla prima o alla seconda casa.

Per prima casa non si intende la prima in assoluto, ma la situazione in cui il richiedente, al momento dell’acquisto non possiede altre casa nell’intero territorio nazionale.
Può, ad esempio,essere proprietario di una casa, venderla e acquistarne nuovamente una: nell’ipotesi in cui non possieda altre case, si trova sempre in regime di prima casa.

Per seconda casa invece si intendono tutte le abitazioni acquisite successivamente alla prima.

E’ importante sottolineare che la destinazione prima casa consente all’acquirente di godere di una serie di agevolazioni fiscali.
In particolare nell’operazione di compravendita dell’immobile ottiene uno sconto sull’Imposta di Registro, su quella Ipotecaria e su quella Catastale.
Nell’operazione di mutuo invece, l’agevolazione riguarda l’Imposta Sostitutiva che è ridotta dal 2,00% allo 0,25%.

Dal punto di vista più tecnico del prodotto è bene sapere che questa tipologia di operazione può avere una durata che varia dai 5 ai 30 anni e prevede una percentuale di finanziabilità normalmente dell’80%.

Mutuo per ristrutturazione casa
Il mutuo per ristrutturazione serve a finanziare i lavori da seguire su di un immobile che ne modifichino l’aspetto internamente o esternamente.

A volte, tali lavori possono riguardare solo modifiche interne, come ad esempio il rifacimento di bagni, pavimenti o di alcuni impianti. Altre volte invece, la ristrutturazione è più consistente e può portare ad importanti modifiche dell’immobile, tanto da variarne l’aspetto o addirittura la metratura( parleremo allora di ampliamento immobile).

Altra caratteristica del mutuo per ristrutturazione è che l’ importo richiesto, a mano a mano che non si tratti di una somma esigua, non viene erogato in un'unica soluzione, bensì a “Stato avanzamento lavori”( SAL).
Questa modalità prevede che il mutuatario riceva la somma del mutuo suddivisa in varie tranche, erogate a mano a mano che i lavori di ristrutturazione vengano eseguiti.

Normalmente la Banca, prima dell’erogazione di ogni singola tranche, richiede il sopralluogo di un perito, ai fini di verificare il reale stato avanzamento dei lavori.
Ottenuto il benestare del perito, la liquidazione della tranche di solito avviene senza particolari formalità e viene versata sul conto corrente del mutuatario.
Tuttavia vi sono Banche che possono richiedere un passaggio dal Notaio per la firma di un Atto di Quietanza. In questo caso bisogna considerare che ogni tranche ha il costo aggiuntivo della parcella del Notaio.

Infine è bene sapere che la Banca, per valutare la fattibilità di un mutuo per ristrutturazione, richiede sempre tutta la documentazione inerente i lavori da eseguire.

Mutuo per costruzione
Il mutuo per costruzione è un’operazione destinata a finanziare l’edificazione d’immobili residenziali.

Così come nel caso della ristrutturazione, solitamente gli istituti non finanziano oltre l’80% del costo di costruzione e di prassi l’operazione prevede che il richiedente abbia già provveduto all’acquisto del terreno con fondi propri.

Condizione fondamentale per la richiesta e l’ erogazione del mutuo per costruzione è che il richiedente abbia ottenuti:
l’approvazione del progetto;
la Concessione Edilizia;
l’autorizzazione all’ inizio lavori.

Il mutuo per costruzione non viene erogato in un’unica soluzione, bensì a “Stato Avanzamento Lavori” (SAL) man mano che i lavori di edificazione procedono.
Ogni erogazione viene denominata “tranche” e la sua liquidazione viene autorizzata solo a seguito delle verifiche del perito.

A seconda dell’Istituto erogante, le tranche possono essere erogate senza particolari formalità, ma ci sono anche istituti che prevedono la sottoscrizione di un Atto di Quietanza che deve essere stipulato con atto notarile.

Mutuo per liquidità
Qualora il cliente ne abbia necessità, può utilizzare l’immobile di sua proprietà per l’ottenimento di una somma di denaro per le più varie e personali finalità.
Si tratta, in questo caso, di mutuo per liquidità.

L’operazione per liquidità normalmente viene concessa con interventi inferiori all’80% del valore dell’immobile, con percentuali che variano a seconda delle politiche del credito delle singole Banche.

Il mutuo per liquidità può essere concesso anche nel caso in cui l’immobile sia già colpito da ipoteca di primo grado, ma ovviamente questa andrà cancellata; in questo caso si procederà con un mutuo di sostituzione per liquidità, in cui la somma della sostituzione va a estinguere il residuo debito del mutuo dell’ ipoteca di primo grado, mentre la quota destinata alla liquidità rimarrà a disposizione del cliente.

Mutuo per consolidamento debiti
Qualora il cliente si trovi nella necessità di raggruppare più debiti in una unica nuova operazione, può fare richiesta di un mutuo di consolidamento.

In questa particolare operazione (che le Banche preferiscono di norma concedere a lavoratori dipendenti) grazie alla erogazione del mutuo il cliente può estinguere tutti i debiti in essere (o parte di essi) e migliorare quindi la propria situazione economica.

I vantaggi:
il mutuo di consolidamento erogato presenta condizioni di tasso migliori rispetto a quelle delle
   altre operazioni che va a estinguere, in particolare prestiti personali, carte revolving, cessioni del
   quinto dello stipendio, fidi di c/c ecc.;
l’importo della nuova rata è inferiore alla somma delle rate dei vari prestiti che va ad estinguere,
   lasciando così libera una buona parte di liquidità.

Nel mutuo di consolidamento, la percentuale di finanziabilità rispetto al valore dell’immobile è di norma inferiore rispetto al classico 80% e anche in questo caso varia a seconda delle politiche del credito delle singole Banche.

Il cliente che desidera ottenere il mutuo per consolidamento, deve risultare regolare nei pagamenti delle operazioni di credito che intende estinguere.

Mutuo in sostituzione
Nel caso in cui un cliente abbia già accesso ad un mutuo, lo stia pagando regolarmente e non consideri più convenienti le condizioni in esso applicate, può pensare di sostituirlo con un nuovo mutuo a condizioni migliori.

Tale operazione può essere effettuata grazie alla erogazione da parte di un Istituto differente di un nuovo mutuo col quale viene estinto quello in essere. Il nuovo mutuo quindi, sostituisce quello precedente.

Il mutuo per sostituzione si distingue dalla operazione di surroga per il fatto che l’ipoteca del precedente mutuo deve essere cancellata a seguito dell’estinzione del relativo mutuo. Ciò avviene a seguito della erogazione di un nuovo mutuo che prevede l’iscrizione di una nuova ipoteca.

Tale operazione comporta degli oneri che sono sempre a carico del cliente.

La Legge Bersani del 2007, introducendo il concetto di surroga (vedi apposita pagina), ha di fatto reso utile e superato il prodotto di pura sostituzione, che rimane interessante solo nel caso in cui si voglia ottenere della liquidità aggiuntiva.

Mutuo per surroga
Come anticipato nella pagina dedicata al mutuo per sostituzione, nel 2007 la Legge Bersani ha introdotto i concetti di surroga e portabilità.

Con tali novità si è resa più semplice ed economica la possibilità per un cliente di sostituire il mutuo con uno a condizioni più convenienti.

In poche parole è possibile sostituire il mutuo in essere trasferendo l’ipoteca già iscritta sull’immobile del cliente e che era a favore del precedente istituto, “portandola” a favore del nuovo istituto che subentra nell’operazione.

Con la nuova operazione si possono modificare i diversi parametri che regolavano l’operazione originaria (quali, ad esempio, la durata, il tipo di tasso e di indicizzazione), ma non l’importo residuo, che deve restare (al centesimo di €) quello del residuo debito al momento della estinzione.

Anche i partecipanti devono essere esattamente quelli presenti nella operazione che si vuole surrogare.

Vantaggio e novità di questa operazione stanno nella sua completa gratuità: spese di istruttoria, nuova perizia, polizza varie e persino la parcella del Notaio sono oneri a carico della Banca che subentra nell’operazione. Il cliente, infatti, non deve sostenere alcun onere.
 
 
 
Millemutui
Il mutuo on line
Il mutuo a casa tua
Le tipologie dei mutui
Le tipologie dei tassi
I tassi di riferimento dei mutui
Assicura il tuo mutuo
Millemutui
DUBBI           INFORMAZIONI
CURIOSITÀ  
Rivolgiti al tuo consulente personale
che in modo chiaro
risponderà ad ogni tua domanda
consulenza gratuita
Dal LUNEDÌ al VENERDÌ
9.00/14.00 - 15.00/19.00
OPPURE SCRIVICI
scrivici
E TI RICHIAMIAMO NOI
Millemutui
  Chi siamo
I mutui per i nostri clienti
Cosa offre millemutui
Perchè millemutui
I consulenti di millemutui
Le banche partner
  Privacy
Trasparenza
Contatti
Come raggiungerci
  Il mutuo on line
Il mutuo a casa tua
Le tipologie dei mutui
Le tipologie dei tassi
I tassi di riferimento dei mutui
Assicura il tuo mutuo
  L’abc del mutuo
Come richiedere il mutuo
Domande frequenti
Glossario
Tassazione sulle compravendite
L'Ape
Millemutui
millemutui Via M. Cervantes de Saavedra, 64 - 80133 Napoli
Tel. 081.5511547 - Fax 081.2514045 - Numero verde 800 277 270
Albo mediatori creditizi OAM n. M 31 - R.I. NA 587556 - P.Iva/CF 07107030632 - Cap. soc. € 50.000,00 i.v.
Email info@millemutui.it - PEC millemutui@legalmail.it
Millemutui